Consegna gratuita per ordini > a € 69
Consegna con pacco anonimo in 24/48 h
Regolarmente operativi 365 giorni

Quando raccogliere la marijuana: errori da evitare

Redazione
Redazione
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

5 consigli per raccogliere erba ottima qualità

Per ottenere marijuana di ottima qualità, è fondamentale curare ogni aspetto della produzione e della lavorazione. Una fase molto delicata è il momento della raccolta:

raccogliere le cime di cannabis al momento giusto e con le giuste accortezze significa garantirsi un’erba di ottima qualità.

Al contrario, esistono errori che possono compromettere mesi e mesi di lavoro.

Noi di Canapa Farm curiamo l’intero processo produttivo della cannabis dalla semina, alla raccolta, essiccazione e concia, fino al confezionamento: anche per noi il momento della raccolta è uno dei passaggi più delicati. Per questo abbiamo pensato ad una guida con i consigli da seguire e gli errori più comuni da cui stare alla larga.

coltivazione marijuana outdoor canapafarm
Coltivazione Cannabis Light – Canapafarm

1 – Raccogli le cime di cannabis mature

Il giusto momento per raccogliere la marijuana equivale al grado di maturazione massimo della pianta e dei fiori, quando i principi attivi come il CBD sono al loro massimo di produzione.

  • Raccogliere con troppo anticipo può significare rese inferiori sia in termini di quantità che di qualità.
  • Raccogliere in ritardo può innescare processi di deterioramento, ad esempio il THC inizia a trasformarsi in CBN.

Ecco i segnali che ti indicano il momento ottimale per la raccolta della cannabis.

Tricomi

raccogliere marijuana tricomi e pistilli
Tricomi della cannabis in vari stadi di maturazione: da trasparente ad ambrato

I tricomi della cannabis sono dei veri e propri contenitori di cannabinoidi della pianta: THC, CBD, terpeni e flavonoidi sono tutti concentrati in questa minuscola “peluria”. Essi indicano lo stato di maturazione dei fiori.

Il momento ideale per raccogliere marijuana di ottima qualità, è quando i tricomi sono belli maturi. Controlla che i tricomi della canapa siano della giusta colorazione:

  • se sono bianchi o addirittura trasparenti è troppo presto;
  • se sono marroni è troppo tardi;
  • quando i tricomi cominciano ad assumere un colore ambrato, quello è il momento giusto.

Foglie e pistilli

In concomitanza con la maturazione dei fiori, la pianta di cannabis subirà altri cambiamenti. Le foglie situate più in basso, quelle più larghe e grandi, inizieranno ad ingiallire. Questo non significa che la pianta è malata, bensì che il nutrimento maggiore viene richiesto proprio dalle cime e dai fiori.

Nello stesso periodo noterai che i pistilli dei fiori di canapa tenderanno a dorarsi: toni dall’arancio, al rosso fino al marrone indicano un buon grado di maturazione.

2 – Raccogli le piante di cannabis asciutte

Il momento della raccolta va programmato con anticipo: tieni d’occhio le condizioni metereologiche.

Evita di raccogliere in un giorno di pioggia o se c’è brina mattutina sulle piante. Al limite puoi aspettare che il sole asciughi il raccolto. Questo aspetto è fondamentale: può compromettere la qualità del lavoro in fase di raccolta e dunque la qualità del prodotto finale.

Raccogliere piante bagnate significa portare quei liquidi in eccesso nella stanza di essiccazione facendo schizzare in alto il valore di umidità, rendendo difficile la gestione di questo parametro. Umidità sopra l’85-90% equivale ad altissimo rischio muffe. Senza contare che, se si decide di trimmare le piante da fresche, una pianta bagnata rende più complesso il processo di pulizia aumentando i tempi di lavorazione.

3 – Sospendi trattamenti e fertilizzanti

piante marijuana femmina canapafarm
Fioritura della Cannabis Sativa L. – Canapafarm

Gli ultimi 10-15 giorni prima del raccolto, la pianta di cannabis deve crescere naturalmente.

Abbiamo riscontrato che è molto importante cessare l’utilizzo di qualsiasi tipologia di prodotti come concimi e fertilizzanti ad almeno 10 giorni prima della raccolta, anche per quanto riguarda prodotti per la prevenzione da insetti. Bisogna dare alla pianta il tempo necessario per smaltire questi prodotti ed avere la certezza che non vi siano residui al momento della raccolta.

Le nostre piantagioni di cannabis ricevono solo prodotti destinati all’agricoltura biologica, anche per la prevenzione di insetti e agenti patogeni.

Nonostante ciò, ci premuriamo di sospendere ogni trattamento almeno 10 giorni prima della raccolta.

4 – Organizza il lavoro

Prepararsi per le fasi di raccolta significa ottimizzare i tempi, ridurre gli sprechi e i rischi dovuti agli imprevisti.

Una cattiva gestione delle tempistiche durante il raccolto può essere dovuta ad una catena di lavoro sbagliata. Questo può voler dire ore e molto spesso giorni di lavoro in più, correndo il rischio di ritardare la raccolta (andando incontro ad un potenziale deterioramento dei fiori) o andare incontro a previsioni atmosferiche non favorevoli. È una cosa che, molto spesso, viene sottovalutata.

5 – Inizia la raccolta dalle cime apicali

Quando si inizia la raccolta della marijuana, prima si termina e meglio è.

Il nostro consiglio, dettato dall’esperienza, è di iniziare sempre la raccolta dagli apicali: in agricoltura di imprevisti ce ne sono tanti, da una pioggia improvvisa a qualche problema nella catena produttiva. Gestire le cime apicali con la massima priorità è quella prevenzione che, nel momento del bisogno, può salvare gran parte del lavoro.

Marijuana di ottima qualità

Insomma come avrai capito, il momento della raccolta della canapa è un momento chiave che porta con sé il rischio di rovinare un lavoro di mesi. Ecco perché ti consigliamo di averne la massima cura o, se stai pensando ad acquistare infiorescenze e prodotti derivati da cannabis light, di rivolgerti a produttori che sappiano gestire questi aspetti con le dovute accortezze.

Odorando e tenendo tra le mani un’infiorescenza o un trinciato Canapa Farm, puoi percepire la qualità del prodotto per via della consistenza, dei profumi e della qualità cromatica del prodotto.

Gestire la raccolta della canapa in maniera ottimale ci permette di confezionare solo erba di qualità superiore.



Vai allo shop

* Ti ricordiamo che le informazioni riportate in questo articolo hanno un fine illustrativo, sono tratte da fonti esterne e non costituiscono in alcun modo un consiglio medico. Quindi prima di utilizzare prodotti a base di THC o CBD ti consigliamo di rivolgerti a un professionista.

Ti invitiamo a non consumare prodotti alla cannabis fuori dalla legalità: può essere molto pericoloso per la tua salute, provocare effetti collaterali non prevedibili e portarti seri problemi con la legge.

 

Potrebbero interessarti questi articoli

Vuoi pensarci?

Scrivici la tua mail ti invieremo un buono del 10% valido sul tuo primo acquisto nel nostro negozio.

Vuoi pensarci?

Scrivici la tua mail ti invieremo un buono del 10% valido sul tuo primo acquisto nel nostro negozio.

Hai almeno 18 anni?

Siamo tenuti per legge a non vendere i nostri prodotti a minori di anni 18. Quando crei un account su CANAPAFARM, siamo tenuti a verificare la tua età.